LaVinium - Valtellina Superiore Grumello Buon Consiglio Riserva 2007 ARPEPE

Valtellina Superiore Grumello Buon Consiglio Riserva 2007 ARPEPE

Roberto Giuliani, LaVinium, 28 maggio 2018

Non pensiate che questo vino sia in commercio da chissà quanti anni, chi conosce la filosofia di Emanuele e Isabella Pelizzatti Perego sa bene che i vini escono dalla cantina al momento opportuno. In questo caso parliamo di marzo 2015, tre anni fa, quindi dopo 7 anni passati nella loro cantina. Del resto il Buon Consiglio è uno dei vini di punta, macerazione di 43 giorni in tini di legno da 50 ettolitri, maturazione per ben 4 anni negli stessi legni (castagno, rovere e acacia), poi un periodo di acciaio e infine bottiglia.
Era buonissimo appena uscito, ora è ancora migliore, le sue caratteristiche di freschezza e mineralità lo rendono adatto ad essere bevuto sotto i canonici 18° C, direi 16 se non addirittura 15. Ha il colore del chiavennasca valtellinese, cresciuto sui terrazzamenti della sottozona Grumello, un granato trasparente dalle tonalità calde, affumicate.
Il bouquet è, come di consueto, elegantissimo, alle note di rosa antica, si affiancano effluvi di ciliegia matura, sottobosco, menta, liquirizia, arancia amara, tabacco, tè alle erbe aromatiche.
Al palato è praticamente perfetto, armonico, con un tannino levigatissimo e carezzevole, una materia fresca e avvolgente che racconta tutta l’eleganza di un territorio unico come quello valtellinese e di un vitigno che non smetterò mai di ammirare per le sue doti uniche e inimitabili.
Lo trovo così buono da non sentire alcuna necessità, per ora, di mangiare qualcosa, la scena è tutta sua, se la merita.