Vinibuoni d'Italia 2009 - Sassella Vigna Regina 1999 (Torino, 31 luglio - 1 agosto 2008)

 31 luglio - 1 agosto 2009, Torino,

Menzione ad Honorem Valtellina Superiore Sassella Docg Riserva Vigna Regina 1999 Ar.Pe.Pe.

Vini finalisti in passerella sotto i portici di via Po
Anche il pubblico ha assistito alle selezioni dei vini premiati dalla Guida Vinibuoni d'Italia del Touring Club

Per la prima volta, nel pieno centro di Torino, sotto i portici di via Po, pubblico

e media hanno assistito al rito della selezioni dei vini finalisti della Guida Vinibuoni d'Italia 2009 curata da Mario Busso e da Luigi Cremona, ormai riconosciuta tra le più autorevoli voci del settore. Il cerimoniale, fino a poco tempo fa, riservato soltanto agli addetti ai lavori, oggi, per iniziativa della Guida Vinibuoni d'Italia, giunta alla sesta edizione, è stato aperto al pubblico degli appassionati per rendere più trasparente i lavori di selezione che hanno portato ad assegnare la corona. A quest'ultima fase di selezione sono giunti 430 vini distribuiti tra le macro aree del nord e del centro-sud, su un totale di oltre sedicimila vini autoctoni inviati dalle più rinomate aziende di tutte le Regioni italiane.

I vini sono stati giudicati da un team di oltre 80 esperti, operativi presso le Camere di Commercio, i Consorzi di Tutela e le Enoteche regionali al Nord e al Sud d'Italia, secondo rigorosi parametri per individuare la qualità, la corrispondenza vino-vitigno e secondo uno schema che individua le diversità territoriali e le caratteristiche che riconducono al vitigno.

"Un vino - spiega Mario Busso - può arrivare a corona quando risponde al principio dell' equilibrio e dell'eleganza, quando è piacevole alla beva e quando corrisponde al vitigno e al territorio che lo genera, sia che si parli di un vino quotidiano sia di un vino nobile ed aristocratico. Ma arriva a corona soprattutto quel vino, che rispettando tutti i parametri appena enunciati, sa regalare emozioni a chi lo degusta ".

"Questo principio - spiega Luigi Cremona - ha portato a selezioni molto rigorose che quest'anno con l'applicazione di un metodo ancora più rigido, ha permesso di regalare al pubblico dei consumatori, alle enoteche e ai ristoratori, una lista di vini d'eccellenza senza paragoni".

Torniamo all'evento.

Giovedì 31 luglio, i coordinatori regionali sono stati ancora al lavoro per degustare i vini del Nord.

Si è cominciato alle 9 con i vitigni autoctoni del Piemonte e la full immersion è continuata nel pomeriggio con i colori, i profumi e i sapori dei vini della Liguria, della Valle d'Aosta, della Lombardia, dell'Alto Adige e del Trentino.

I lavori sono ripartiti il venerdì con la degustazione dei vini finalisti del Veneto e del Friuli Venezia Giulia.

La proclamazione dei vini coronati è avvenuta alle 19.00 ed è seguito il buffet di gala e la degustazione aperta ai produttori e al pubblico sotto i portici con la degustazione dei vini premiati. Questa particolare passerella sui migliori prodotti dell'enologia italiana è stata allestita negli ambienti del King Kong, la più antica sala cinematografica di Torino.

Con la nuova gestione il King Kong, con le sue salette raccolte, ha una programmazione incentrata su documentari tematici e di ricerca, nazionali ed internazionali; inoltre con la sua posizione privilegiata nel cuore più autentico e affascinante della capitale sabauda, si propone come luogo ideale di iniziative di promozione di prodotti enogastronomici del territorio, offrendo opportunità uniche nella città di Torino.

Patrocinatori dell'iniziativa sono stati Grana Padano e Best Western Italia. Il buffet ha presentato i salumi dop e le mozzarella di bufala della Campania, il Montasio dop delle Latterie friulane, il Gorgonzola dop Tosi, il Taleggio Dop Taddei, le Tome di Roccaverano di Agrilanga, il Salva cremasco di Caironi, Cooperativa caseificio pugliese, Olio pugliese Dop Galantino e Prosciuttificio Principe per il San Daniele Dop.